Cima di Cugn

Era la fine di ottobre quando, dopo una delle prime nevicate, abbiamo deciso di effettuare questa escursione.
Ci piace molto questa zona: é piuttosto pianeggiante e senza nessuna particolare difficoltà.


Cliccate qui, per andare direttamente alla mappa con il percorso.

Di seguito la mappa con le indicazioni per il parcheggio.

Partenza:
Alpe di Cadinello, Mesolcina, Grigioni.

Arrivo:
Cima di Cugn, Mesolcina, Grigioni.

Lunghezza percorso:
12 km.

Durata:
2h25 l’andata, 4h45 per il giro completo.

Difficoltà:
T3.

Dislivello:
711 metri.


Punto di partenza: Alpe di Cadinello.
Lasciamo l’auto nello spiazzo sterrato proprio accanto ai cartelli del sentiero e ci incamminiamo seguendo la direzione dell’Alp d’Albion.

In questo priodo, avventurarsi in montagna é una meraviglia!
Gli alberi con i loro differenti e stupendi colori creano un paesaggio unico!

Superiamo la Pianca d’Albion e intravediamo, alle spalle della cascina, la nostra meta odierna!
Proprio sopra la cascina vi é il Marmontana, alla sua destra la Cima di Cugn.

Raggiungiamo l’Alp d’Albion senza troppa fatica e proseguiamo lungo il sentiero pianeggiante.

Ci lasciamo alle spalle la Val d’Albionasca e con gli occhi sempre fissi sulla nostra meta, proseguiamo sul percorso che, dopo aver raggiunoi i 2’000 metri troviamo ricoperto di neve.

A questo punto, i cartelli dei sentieri segnano “Cima di Cugn”.
Proseguiamo in quella direzione.

Ora il sentiero in precedenza pianeggiante, ci porta a superare in poco tempo gli ultimi metri di dislivello che ci mancano a raggiungere la nostra destinazione.

Piano piano raggiungiamo la bocchetta dove troviamo un vecchio stabile militare.
A questo punto la cima era proprio di fronte a noi.

Dopo una breve pausa, ci lasciamo alle spalle lo stabile e la parte italiana delle montagne per raggiungere la Cima di Cugn.

In 2 ore e 25 minuti raggiungiamo la destinazione di oggi.
Solitamente per raggiungere questa cima ci vuole circa un paio di ore, nel nostro caso, visto il quantitativo di neve e il ghiaccio trovato sul percorso, ci abbiamo impiegato un pochino di più.

Meteo un po’ uggiosa ma vista comunque spettacolare!
Recuperiamo le nostre forze con un buon pranzetto e poi decidiamo di rientrare, percorrendo il sentiero che passa dal lato opposto a quello percorso in precedenza.

Ritorniamo alla bocchetta per poi tornare nuovamente ai piedi della Cima di Cugn.

A questo punto ci dirigiamo verso la bocchetta posta a 2’072 metri alla sinistra delle cime che in precedenza abbiamo superato sulla destra.

Tra la foschia si intravede il Lago di Locarno e il Piano di Magadino.

Percorriamo il sentiero che passa ai piedi della Cima delle Cicogne e che ci porta alla nuova e quasi finita Capanna Biscia.

Superata anche la Capanna Gesero e il laghetto d’Orbello finalmente raggiungiamo l’Alpe di Cadinello. Punto di partenza e punto di arrivo del nostro giro ad anello.

Bellissimo tour circolare.
Escursione senza particolari difficoltà.
Verificare la meteo prima della partenza, così da poter godere di una splendida vista del Piano di Magadino dalla Cima di Cugn.


English


It was the end of October when, after one of the first snowfalls, we decided to do this excursion. We really like this area: it is quite flat and without any particular difficulty.


Click here, to go directly to the map with the route.

Below is the map with directions for parking.

Departure:
Alpe di Cadinello, Mesolcina, Grisons.

Arrival:
Cima di Cugn, Mesolcina, Grisons.

Path length:
12 km.

Duration:
2h25 for the outward journey, 4h45 for the complete tour.

Difficulty:
T3.

Difference in altitude:
711 meters.


Starting point: Alpe di Cadinello. We leave the car in the dirt clearing right next to the trail signs and set off following the direction of the Albion Alp.

In this period, venturing into the mountains is a marvel! The trees with their different and beautiful colors created a unique landscape!

We pass the Pianca d’Albion and see, behind the stonehouse, our destination of today! Just above the farmhouse there is the Marmontana, to its right the Cima di Cugn.

We reach the Alp d’Albion without too much effort and continue along the flat path.

We leave the Albionasca Valley behind and with our eyes always fixed on our destination, we continue on the path which, after reaching 2,000 meters, we find covered with snow.

At this point, the trail signs indicate “Cima di Cugn”. We continue in that direction.

Now the previously flat path leads us to overcome in a short time the last meters of altitude that we miss to reach our destination.

Slowly we reach the opening where we find an old military building. At this point the top was right in front of us.

After a short break, we leave the building and the Italian part of the mountains behind us to reach the Cima di Cugn.

In 2 hours and 25 minutes we reach today’s destination.
It usually takes about a couple of hours to reach this summit, in our case, given the amount of snow and ice found on the route, it took us a little longer.

A bit gloomy weather but still spectacular view!
We recover our strength with a good lunch and then we decide to return, along the path that passes on the opposite side to the one previously traveled.

We return to the pass and then return again to the foot of the Cima di Cugn.

At this point we head towards the opening located at 2,072 meters to the left of the peaks that we previously passed on their right.

Among the haze you can see the Lake of Locarno and the Magadino plain.

We walk the path that passes at the foot of the Cima delle Cicogne and that leads us to the new and almost finished Capanna Biscia.

After passing the Gesero hut and the Orbello lake, we finally reach Alpe di Cadinello. Starting point and ending point of our loop tour.

Beautiful circular tour.
Excursion without particular difficulties.
Check the weather before departure, so you can enjoy a splendid view of the Magadino plain from the Cima di Cugn.

Latest posts by Graubünden on Tour (see all)

Rispondi