Laghetto di Scai, Lagozza della Segna e Lago dei Campanitt.

Partiamo da casa con un nuovo spirito e soprattutto un futuro nuovo membro della famiglia di esploratori.
Nella mia pancia sta crescendo un piccolo esploratore.

Con una grinta differente dal solito, ma sempre con la voglia di esplorare, scegliamo un bellissimo giro ad anello sul confine Grigioni-Ticino.


Cliccate qui, per andare alla cartina con il percorso ad anello.

Partenza:
Ospizio Santa Maria, Passo del Lucomagno.

Arrivo:
Ospizio Santa Maria, Passo del Lucomagno.

Lunghezza percorso:
15.3 km.

Durata:
1h20 fino a Scai;
1h50 fino a Segna;
2h40 fino a Campanitt;
5h per il giro completo.

Difficoltà:
T3.

Dislivello:
835 metri.


Raggiungiamo i parcheggi sterrati dell’Ospizio Santa Maria sul Passo del Lucomagno e ci incamminiamo seguendo il cartello posto ad inizio sentiero che indicava “Passo Colombe”.

La prima parte di percorso inizia costeggiando il grandissimo lago, attraverso un sentiero sterrato e piuttosto largo.

Dopodiché raggiungiamo una deviazione dove sono presenti i cartelli con le indicazioni e imbocchiamo il sentiero di sinistra che procede sempre seguendo il Passo delle Colombe.

Proseguiamo lungo una piccola valle chiamata Val Termine fino a quando non si riesce più a vedere al di là, quando abbiamo raggiunto il punto più alto, a quel punto abbandoniamo il sentiero segnato e proseguiamo seguendo la direzione del Pizzo dell’Uomo.

Superati all’incirca cento metri di dislivello, raggiungiamo il primo lago di oggi: il Laghetto di Scai.

Bellissimo laghetto, piuttosto basso, non vi é la presenza di pesci e se la giornata non é ventosa é possibile ammirare il riflesso delle montagne di fronte sulla sua superficie.

Lasciamo alle spalle il primo lago per scendere nuovamente sul sentiero, raggiungendo il Passo dell’Uomo.

Costeggiamo il piccolo riale chiamato Segna e raggiungiamo la seconda deviazione: procediamo sempre verso sinistra in direzione del Passo delle Colombe.

In lontananza, con uno zoom piuttosto grande, era ben visibile la Val Piora con i suoi bellissimi laghi.

Raggiungiamo dopo poco meno di due ore il secondo lago: il Lagozza della segna.

Anche questo laghetto é piuttosto piccolo, basso e non vi sono pesci al suo interno.

Superiamo il Piano dei Porci e raggiungiamo un’altra deviazione.
Anche qui, seguiamo il Passo delle Colombe.

La nostra prossima tappa ora era ben visibile in tutta la sua splendida forma.

Proseguiamo percorrendo il percorso leggermente in salita fino a raggiungere il bellissimo Lago dei Campanitt situato sul Passo delle Colombe, ai piedi del Pizzo delle Colombe.

La vista sotto di noi era magnifica, verdi colline e alte montagne creavano una cartolina perfetta.

Ci lasciamo alle spalle il Pizzo delle colombe con le sue molteplici punte e percorriamo la vasta pianura chiamata Piano dei Canali.

La giornata era splendida!
Proseguiamo scendendo di altitudine piuttosto velocemente.

Raggiungiamo i 1’820 metri, altezza in cui si trovava la piccola Alpe Gana.

La superiamo e proseguiamo oltre.

Ci lasciamo alle spalle uno splendido paesaggio.
Raggiunto il Passo, togliamo scarponi e zaini e ci dirigiamo quasi a corsa verso l’ospizio.
Le nostre pance brontolavano! Una buona merenda era più che meritata!

Bellissimo giro ad anello, piuttosto lungo come percorso ma fattibile a tutti.

Graubünden on Tour.


English


We leave home with a new spirit and above all a future new member of the family of explorers.
A little explorer is growing in my belly.

With a different grit than usual, but always with the desire to explore, we choose a beautiful ring tour on the Grisons-Ticino border.


Click here, to go to the map with the circular hike.

Departure:
Santa Maria Hospice, Lukmanier Pass.

Arrival:
Santa Maria Hospice, Lukmanier Pass.

Path length:
15.3 km.

Duration:
1h20 to Scai;
1h50 to Segna;
2h40 to Campanitt;
5h for the complete tour.

Difficulty:
T3.

Difference in altitude:
835 meters.


We reach the dirt parking lots of the Santa Maria Hospice on the Lukmanier Pass and set off following the sign at the beginning of the path that indicated “Passo Colombe”.

The first part of the route begins by skirting the huge lake, through a rather wide dirt path.

Then we reach a detour where there are signs with directions and take the left path that always proceeds following the Passo delle Colombe.

We continue along a small valley called Val Termine until we no longer see beyond the valley, when we have reached the highest point, at that point we leave the marked path and continue following the direction of Pizzo dell’Uomo.

After about a hundred meters in altitude, we reach today’s first lake: the Scai lake.

Beautiful lake, rather low, there is no fish and if the day is not windy it is possible to admire the reflection of the mountains opposite on its surface.

We leave the first lake behind to go down the path again, reaching Passo dell’Uomo.

We skirt the small stream called Segna and reach the second deviation: we always proceed to the left towards the Passo delle Colombe.

In the distance, with a rather large zoom, Val Piora with its beautiful lakes were clearly visible.

After just under two hours we reach the second lake: the Lagozza della Segna.

This pond is also quite small, low and there are no fish in it.

We pass the Piano dei Porci and reach another detour.
Here too, we follow the Passo delle Colombe.

Our next stop was now clearly visible in all its splendid form.

We continue along the slightly uphill path until we reach the beautiful Lake of Campanitt located on the Passo delle Colombe, at the foot of Pizzo delle Colombe.

We go around the lake and head up a small hill located at the opposite end of the lake.
We stop to take pictures and to take a short break, then we set off: towards Passo del Lucomagno.

The view below us was magnificent, green hills and high mountains created a perfect postcard.

We leave behind the Pizzo delle Colombe with its multiple points and walk through the vast plain called Piano dei Canali.

The day was beautiful!
We continue descending in altitude rather quickly.

We reach 1’820 meters, the height where the small Alpe Gana was located.

We overcome it and continue beyond.

We leave behind a splendid landscape.
Once we reach the Pass, we take off our boots and backpacks and head almost running towards the hospice.
Our bellies were rumbling! A good snack was more than deserved!

Beautiful round trip, rather long as a route but feasible for everyone.

Graubünden on Tour.

Categories: blenio, ticino

Rispondi