Piz de Martum

Per chi vuole intraprendere un’escursione piuttosto breve e con un bel panorama, il Piz de Martum é un ottima opzione per trascorrere una giornata nella natura!


Cliccate qui, per andare direttamente alla cartina con il percorso che abbiamo effettuato.

Partenza:
Prepiantoo, Val Mesolcina.

Arrivo:
Piz de Martum, Val Mesolcina.

Lunghezza:
7.30 km.

Durata:
2h30 la salita.
4h il giro completo.
(Senza pause).

Difficoltà:
T3.

Dislivello:
600 metri.


Il punto di partenza per l’escursione di oggi é Prepiantoo.
Parcheggiamo l’auto a lato della strada dove parte il sentiero e ci incamminiamo verso il piccolo monte.

Raggiungiamo il piccolo stagno e proseguiamo lungo la strada forestale ricoperta di neve.

Proseguiamo seguendo i cartelli indicanti “Martum”.

Ci inoltriamo nel bosco e proseguiamo sotto gli alberi per circa un’ora.

Il sentiero sempre ben in salita ci porta dopo un’ora di cammino al Pian de la conca.
Luogo favoloso in cui la vista si affaccia sul bellinzonese.

Da questo punto, la cima del Piz de Martum si vede che sbuca dagli alberi.

Proseguiamo seguendo la direzione dell’Alp de Martum, al bivio dove é situato questo cartello svoltiamo a destra seguendo le indicazioni per il Piz de Molinera.
I colori bianco-blu indicano il grado di difficoltà del sentiero: in questo caso si tratta di un sentiero alpino ed é considerato itinerario impegnativo.

Imbocchiamo il sentiero che prosegue per il Piz de Molinera e continuiamo in questa direzione, attraverso il bosco di larici e pini ancora per un po’.

Finché il bosco non finisce, ed ora il sentiero sale con una bella pendenza sul lato esposto della montagna.
La neve fresca ci faceva sprofondare ad ogni passo che percorrevamo.

Con più fatica del previsto, dopo circa due ore e mezza raggiungiamo finalmente la nostra meta.

Dal Piz de Martum, la vista di fronte a noi era completamente aperta sul bellinzonese.

Voltandoci leggermente verso destra notiamo la Capanna Brogoldone nella sua vasta radura accerchiata da pini e larici.

Alle nostre spalle, cambiamo cantone e ci troviamo nei Grigioni: La stretta e lunghissima valle Calanca e la valle Mesolcina.

Facendo un po’ di zoom sulla foto della montagna che divide la Calanca dalla Mesolcina, si nota in modo evidente la chiesa e la torre di Santa Maria in Calanca.

Normalmente, senza neve, questo giro può essere effettuato in poco più che un’ora.

Scattate le ultime foto dello splendido panorama che ci stava attorno, decidiamo di tornare giù e di fare una breve fermata all’Alp de Martum prima di rientrare.
Situata anche lei come la Capanna Brogoldone in una radura senza alberi, con la vista che affaccia sul bellinzonese.

Bellissima escursione con vista panoramica.
Fino a poco prima dell’Alp de Martum il sentiero é accessibile senza particolari difficoltà, da questo punto fino alla cima, di tanto in tanto é necessario l’uso delle mani in quanto é un po’ esposto.

Piccolo consiglio, magari aspettate giugno o luglio, così la neve é sparita e il sentiero é un po’ meno difficile!

Graubünden on Tour.


English


For those who want to take a short hike and with a beautiful view, the Piz de Martum is an excellent option to spend a day into nature!

Click here, to go directly to the map with the route we have made.

Departure:
Prepiantoo, Val Mesolcina.

Arrival:
Piz de Martum, Val Mesolcina.

Length:
7.30 km.

Duration:
2h30 the climb. 4h the complete tour. (Without pauses).

Difficulty:
T3.

Difference in altitude:
600 meters.


The starting point for today’s hike is Prepiantoo.
We park the car on the side of the road where the path starts.

We reach the small pond and continue along the snow-covered forest road.

We continue following the signs indicating “Martum”.

We go into the woods and continue under the trees for about an hour.

The path always well uphill brings us after an hour’s walk to Pian de la Conca.
Fabulous place where the view overlooks the Bellinzonese.
From this point, the top of the Piz de Martum can be seen emerging from the trees.

We continue following the direction of Alp de Martum, at the crossroads where the sign is located, we turn right following the signs for Piz de Molinera.
The white-blue colors indicate the degree of difficulty of the path: in this case it is an alpine path and is considered a demanding itinerary.

we take the path that continues to Piz de Molinera and we continue in this direction, through the larch and pine forest for a while.

Until the wood ends, now the path climbs with a nice slope on the exposed side of the mountain.

The fresh snow made us sink with every step we took.

With more effort than expected, after about two and a half hours we finally reach our goal.

From the Piz de Martum, the view in front of us was completely open on the Bellinzonese.

Turning slightly to the right we notice the Brogoldone Hut in its vast clearing surrounded by pine and larch trees.

Behind us, we change canton and we are in Grisons: the narrow and very long Calanca valley and the Mesolcina valley.

Zooming on the photo of the mountain that divides Calanca from Mesolcina, you can clearly see the church and the tower of Santa Maria in Calanca.

Normally, without snow, this tour can be done in just over an hour.

Taking the latest photos of the splendid panorama, we decide to go back down and make a short stop at the Alp de Martum before returning home.

Also located like the Brogoldone Hut in a clearing without trees, with a view overlooking the Bellinzonese.

Beautiful hike with panoramic views.
Until the Alp de Martum, the path is accessible without particular difficulties, from this point to the top, from time to time it is necessary to use your hands as it is a bit exposed.

Little advice, maybe wait June or July, so the snow is gone and the path is a little less difficult!

Graubünden on Tour.

Categories: Bellinzona dintorni, grigioni, Mesolcina, ticino

Rispondi