Racchettata al Lago dei Campanitt e Pizzo Columbe

Finalmente siamo riusciti a fare una bella racchettata!
Era da mesi che cercavamo il tempo per riuscire a compiere un bel giro tra le montagne innevate del Ticino.
Oggi, finalmente, abbiamo caricato in auto: racchette, bastoni, guanti e moon boot e siamo partiti con destinazione Passo del Lucomagno.


Cliccate qui, per andare direttamente alla cartina con il percorso.

Partenza:
Alpe Casaccia, Passo del Lucomagno, Ticino.

Arrivo:
Passo delle Columbe (o Colombe), Ticino.

Lunghezza percorso:
7.65km.

Durata:
2h per la salita. 4h40 per il giro completo (compreso di pause).

Difficoltà:
WT2 per tutto il percorso. L’unico punto con una piccola difficoltà é verso la fine, dove é presente una salita molto ripida.

Dislivello:
611m.





Giunti al parcheggio dell’Alpe Casaccia, ci dirigiamo verso le cascine poste a lato della strada dove sono posizionati anche i cartelli segnaletici.

L’escursione odierna parte così, seguendo la direzione del Passo Colombe.

Ci lasciamo alle spalle l’Alpe Casaccia e ci dirigiamo verso l’Alpe Gana.

Questa zona é una vasta pianura ricca di vegetazione, in un attimo giungiamo all’Alpe Gana dove, anche qui, sono presenti due casette.

Superiamo le due casette e ci dirigiamo sul sentiero che le costeggia e che le sovrasta.
Ora si sale di dislivello e dietro di noi questa bellissima e grande montagna ci accompagnava durante tutta la durata di questa escursione.

In bella compagnia proseguiamo seguendo sempre i cartelli indicanti il Passo Colombe.

Raggiungiamo la cima del monte e davanti ai nostri occhi si apre una vasta bianca e candida pianura.
A questo punto vediamo davanti a noi la meta di oggi.
Con le sue aguzze punte il Pizzo Colombe sovrasta tutte le montagne circostanti e colpisce subito gli occhi.

Con un andatura piuttosto sostenuta superiamo questa immensa pianura, chiamata Piano dei Canali… di nome e di fatto! Infatti, tutto intorno a noi era pieno di canali.

Superiamo diverse piccole valanghe e giungiamo ai piedi del Pizzo Colombe.

Ora saliamo di quota di 200 metri in un colpo superando una collina ai piedi del Pizzo.

Da vicino questa particolare montagna riprendeva le somiglianze delle famose e patrimonio mondiale dell’Unesco montagne delle Dolomiti.
Davvero stupende!

Finalmente, dopo circa due ore di intensa racchettata giungiamo al Passo Colombe dove incontriamo un cartello che fortunatamente e sfortunatamente abbiamo trovato.
Fortunatamente perché abbiamo trovato il giusto sentiero.
Sfortunatamente perché non c’é tanta neve! Solitamente, in pieno inverno, questo cartello non viene mai visto! Perché sempre nascosto dalla neve!

Ai nostri piedi, nascosto nella neve si trovava il Lago dei Campanitt, alle nostre spalle il Piano dei Canali superato poco fa.

Mentre di fronte a noi si trovava la Val Piora con i suoi bellissimi laghetti.
Se ingrandite la foto, con molta attenzione potete notare il Lago Cadagno.

Adoro le foto dei paesaggi di montagna immersi nella neve come la foto che vedete qui sotto, sembra un mare di panna montata e tantissimo zucchero a velo, davvero bellissimo.

Era giunta l’ora di pranzo, decidiamo di cercare un posto con poca neve che fosse sotto il Pizzo Colombe così da gustarci un meritato pranzetto con una splendida vista!

E così é stato, terminata la nostra pausa pranzo, scattiamo moltissime fotografie del fantastico paesaggio che ci circondava e a metà pomeriggio decidiamo di riprendere il cammino per il ritorno a casa.

Il nostro rientro é stato di un divertimento infinito!
Le dure salite che prima abbiamo tanto faticato, ora sono delle discese perfettamente ghiacciate, divertentissime in quanto le abbiamo percorse con il nostro fondoschiena a terra e scendendo a tutta velocità!

Ci lasciamo alle spalle questa bellissima e particolare montagna che ci ha fatto fare un breve ma stupendo viaggio alle Dolomiti e torniamo a casa.
I cuori colmi di gioia, felicità, spensieratezza e gli occhi colmi di bellissime immagini di questo stupendo e unico paesaggio.

Sicuramente un giorno ci ritorneremo per scattare altre foto del paesaggio, ma la prossima volta senza neve!

Nel complesso, é stata una racchettata piuttosto tranquilla, senza nessuna particolare difficoltà.
Ve la consiglio!

Graubünden on Tour.


English


Finally we managed to make a good racket!
We had been looking for months to be able to make a nice tour in the snowy mountains of Ticino.
Today, finally, we loaded in the car: rackets, sticks, gloves and moon boots and we left for Passo del Lucomagno.


Click here, to go directly to the map with the route.

Departure:
Alpe Casaccia, Passo del Lucomagno, Ticino.

Arrival:
Passo delle Columbe (or Colombe), Ticino.

Path length:
7.65km.


Duration:
2h for the ascent. 4h40 for the complete tour (including breaks).

Difficulty:
WT2 all the way. The only point with a small difficulty is towards the end, where there is a very steep climb.

Difference in altitude:
611m.




When we arrive in the Alpe Casaccia car park, we head towards the farmhouses located on the side of the road where the signs are located.

Today’s excursion starts like this, following the direction of Passo Colombe.

We leave Alpe Casaccia behind us, and head towards Alpe Gana.

This area is a vast plain rich in vegetation, in an instant we reach Alpe Gana where, there are two houses.

We pass the two houses and head towards the path that runs alongside them.

Now we go up in altitude and behind us this beautiful and large mountain accompanied us throughout the duration of this excursion.
In good company we continue following the signs indicating the Passo Colombe.

We reach the top of the hill and in front of us it opens up a vast white and big plain.

At this point we see today’s goal in front of us.
With its sharp points Pizzo Colombe dominates all the surrounding mountains and immediately strikes the eyes.

We overcome this immense plain, called Piano dei Canali … in name and in fact! In fact, everything around us was full of canals.

We overcome several small avalanches and reach the foot of Pizzo Colombe.

Now we go up reaching a hill at the foot of the Pizzo.

Watch Pizzo Colombe from so near, you can see how particular and similar is to the famous and UNESCO World Heritage mountains of the Dolomites.
Really beautiful!

Finally, after about two hours of intense snowshoeing we reach Passo Colombe where we meet a sign that fortunately and unfortunately we have found.
Fortunately because we have found the right path.
Unfortunately because there isn’t a lot of snow! Usually, in the middle of winter, this sign is never seen! Because always hidden by the snow!

At our feet, hidden in the snow there was the Campanitt Lake. Behind us the Piano dei Canali passed a little while ago.
In front of us there was the Val Piora with its beautiful lakes.
If you enlarge the photo, you can very carefully notice the Cadagno Lake.

I love the photos of the mountain’s landscapes immersed in the snow like the photo you see below, it looks like a sea of whipped cream and lots of sugar, really beautiful.

It was time for lunch, we decide to look for a place without snow that was under Pizzo Colombe so we can enjoy a well-deserved lunch with a splendid view!

And we made it, after our lunch break, we take a lot of photographs of the fantastic landscape that surrounded us and in the middle of the afternoon we decide to go back home.

Our return was so funny!
The hard climbs that we have worked so hard before, now they are perfectly frozen descents, very funny as we walked them with our backside on the ground and going down at full speed!

We leave behind us this beautiful and particular mountain that made us take a short but wonderful trip to the Dolomites, and we go home.
Hearts full of joy, happiness, light-heartedness and eyes full of beautiful images of this beautiful and unique landscape.

Surely one day we will return to take more photos of the landscape, but next time without snow!

On the whole, it was a rather quiet racket, without any particular difficulty.
I recommend it!

Graubünden on Tour.

Categories: bellinzonese, Leventina, ticino

Rispondi