Lagh de Trescolmen

Finalmente libero!
Tra una giornata di pioggia e un’altra di canicola decidiamo di fare un giro non troppo lungo e optiamo per il bellissimo lago di Trescolmen.

Questo giro lo abbiamo già intrapreso l’anno scorso. Non so come e non so perché, le fotografie sono scomparse dal mio computer.
Per questo – e perché é davvero una splendida passeggiata – abbiamo deciso di rifarla un’altra volta!

Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

Partenza:
Valbella, Valle Calanca, Grigioni, Svizzera.

Arrivo:
Lagh de Trescolmen, Valle Calanca, Grigioni, Svizzera.

Lunghezza:
9.9 km.

Durata:
ca 2h30 la salita.

Difficoltà:
T2.

Dislivello:
900m.


Ci dirigiamo a Valbella, frazione di Rossa in Val Calanca.
Partiamo a metà mattinata e ci addentriamo nel fresco bosco di larici e abeti.

Il sentiero inizia ben in salita, superando radici esposte e sassi e prosegue su tratti di sentiero esposti.

Raggiungiamo una stretta sassata dove facciamo bere il cane e continuiamo il nostro giro.

La temperatura era piuttosto elevata, ma quei nuvoloni non erano una piacevole vista, quindi ci affrettiamo a salire.

Raggiungiamo il “Cascinot” dove per fortuna é presente anche una fontana. Riempiamo le borracce, prendiamo fiato e continuiamo.

Continuiamo costeggiando a sinistra il Ria de Campalesc, dove poi lo attraversiamo e ci spostiamo alla destra del fiume e proseguiamo così per circa un’oretta.

Passeggiamo sul sentiero ben segnato e da poco falciato.
Per fortuna! Ho un ricordo di questo tratto di sentiero dell’anno scorso nella quale l’erba lungo il sentiero era altissima e noi a tentoni andavamo sperando di non cadere in qualche buco poco visibile.

Davanti a noi ora compariva in tutta la sua grandezza il Piz Trescolmen.
Che ci accompagna lungo tutto il percorso.

Finalmente, dopo due ore esatte di cammino, raggiungiamo l’Alp de Trescolmen.
Superiamo il vasto piano e arriviamo al lago. Purtroppo per noi non eravamo i primi.

Il lago oggi aveva un colore favoloso, era un azzurro smeraldo bellissimo.
Ci accampiamo alla sinistra del lago, dove mangiamo con calma il nostro panino e ci rilassiamo.

Mentre il mio ragazzo pesca, mi sposto in alto sul versante sinistro per riprendere dall’alto il bellissimo lago.

Alle nostre spalle sono maestosamente alte l’Alta Burasca e il Piz Pian Grand dove é presente anche il Rifugio Pian Grand.

Tornando al lago, quando il vento cessava, la cresta dell’acqua era immobile e si vedeva nitidamente il fondo.
Di tanto in tanto saltava fuori qualche pesce per acciuffare gli insetti che si avventuravano sul filo dell’acqua.

Mi sposto poi sul versante destro del lago dove anche qui salgo finché riesco a riprendere il lago per intero.
Che meraviglia, da qualsiasi lato ci si sposta, il lago cambia sempre forma e anche colore.
Da questa parte il colore dell’acqua sembrava più intenso, più acceso!

Scendo per scattare le ultime foto prima di riprendere la discesa.
Come detto prima, il cielo non era bellissimo, i nuvoloni si facevano sempre più fitti e scuri.
Così decidiamo di impacchettare in fretta lo zaino e di tornare a Valbella.

Bellissima passeggiata per nulla difficile.
Adatta a tutti!

Ve la consiglio!
È una passeggiata che avevamo già fatto, quindi sapevamo cosa aspettarci e siamo partiti piuttosto convinti e sicuri.

Graubünden on Tour.

Categories: grigioni, Valle calanca

3 replies »

  1. Ciao grazie per il tuo sito. Foto bellissime e spunti interessanti delle gite. Mi piacerebbe vedere chi sei e sapere come cammini. Anche perchè oggi ci siamo avventurate in questa escursione. Noi ci abbiamo messo 3 ore e l’abbiamo trovato moltoo impegnativo. Però il lago e tutto il panorama sono spettacolari

    • Ciao 🙂
      Grazie mille 🙏🏼
      Ormai la tempistica delle escursioni varia da persona a persona, conta tanto anche la condizione fisica, ma anche le condizioni meteo! Quando siamo andati noi era caldo ma non esageratamente come in questo periodo!
      Grazie per il commendo! 🙏🏼 mi fa molto piacere sapere che il blog viene seguito 😍🙏🏼🙏🏼

Rispondi