Madonetto

Ed eccoci per un nuovo giro in montagna!

Non avevamo tanta voglia di passare ore in auto tra il traffico, quindi abbiamo cercato qualche escursione nella zona.
Eravamo indecisi tra Madonetto e Pizzo Leone, visto che era un weekend lungo a causa del ponte dell’ascensione, abbiamo optato per il Madonetto in quanto non é un luogo così conosciuto, e non avremmo trovato la massa di gente come nei luoghi turistici.

Ed infatti, abbiamo avuto fortuna, non abbiamo incontrato nessun’altro escursionista che andava nella nostra stessa direzione!


Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

Partenza: Monti della Gana, Cugnasco, Locarnese, Ticino, Svizzera.

In auto🚗: Seguire la strada cantonale in direzione di Gudo fino a Cugnasco, alla Banca Reifeissen di Cugnasco svoltare a destra e seguire le indicazioni per Monti della Gana.

Arrivo: Madonetto, Cugnasco, Locarnese, Ticino, Svizzera.

Itinerario da seguire:
➣ Monti della Gana 1’278m ➣ Alpe di Sassello 1’673m Forcola 1’710m ➣ Cucco 2’063m ➣ Madonetto 2’083m ➣ e ritorno seguendo lo stesso percorso.

Durata: 2h15 la salita. In totale 5h50 (pause incluse).

Difficoltà: T3.

Dislivello: 911m.

Lunghezza: 12.6 km.


Leggiamo un po’ di indicazioni sui siti delle passeggiate dove scrivono che si lascia l’auto ai Monti della Gana e da li partono i sentieri.

Allora noi prendiamo l’auto e partiamo, seguiamo le indicazioni fino a Cugnasco e da li seguiamo poi le indicazioni per i Monti della Gana.

Giunti ad un ampio parcheggio dove era presente una barriera aperta, decidiamo di fermarci e di lasciare qui la macchina, non mancherà così tanto ai Monti no?

Si, come no… Vabbè, abbiamo allungato di poco meno di mezz’ora il cammino, però ai Monti della Gana ci siamo comunque arrivati.

Giunti ai Monti, facciamo qualche fotografia e imbocchiamo il sentiero che indica la Cima di Sassello.

Il Sassariente dai Monti della Gana era ben visibile, spuntava più appuntito del resto dei monti circostanti, come a voler tenere sotto controllo il lago e tutto ciò che gli stava intorno.

Superiamo i monti, facciamo qualche metro di sentiero salendo con una pendenza abbastanza ripida e giungiamo in questo piccolo angolo di paradiso.

Accanto alla panchina che affaccia sul Lago Maggiore, vi é questa cappelletta che si chiama Cappella di Colla.
Situata in una stupenda posizione. Rilassarsi all’ombra di questo enorme larice deve essere un relax totale.

Comunque noi riprendiamo il cammino, ci saremmo fermati al ritorno a riposare e a goderci la vista.

Superiamo la piccola cappella e seguiamo il sentiero che si addentra nella pineta fino a raggiungere l’Alpe di Sassello.
Lì incontriamo il proprietario della cascina che stava facendo ordine. Uomo molto simpatico, parlando e scherzando ci indica lui il sentiero per il Madonetto.

Così proseguiamo il cammino fino a raggiungere la Forcola, circa un quarto d’ora dopo l’Alpe.
Alla Forcola, svoltiamo leggermente verso destra, smettiamo di seguire il sentiero e ci indirizziamo verso la cresta della montagna.

Da lì proseguiamo sempre sulla cresta fino a raggiungere il gruppo del Madonetto (ho scritto gruppo, perché Madonetto non é la cima di una Montagna ma bensì diverse cime insieme, infatti, se guardate bene nella cartina, Madonetto é indicato in orizzontale accanto alla cresta della montagna).

Dopo circa due ore di cammino, decidiamo che é ora di fare pranzo e ci fermiamo su un grande masso a mangiare il nostro panino.

Dalla cresta, alla nostra destra guardando verso nord si presenta la Valle di Ruscada, con le sue montagne un tempo ghiacciaio.

Spostandoci ancora più a nord, con la sua ampia stazza, si para davanti a noi la mitica Cima dell’Uomo con i suoi 2’390 metri di altezza e la sua croce sulla cima.

Finito il nostro panino, decidiamo di riprendere il cammino e proseguiamo sempre seguendo la cresta.

Ora la strada per il gruppo del Madonetto si faceva più difficoltosa. Si superavano strade fatte tutte in sassi e anche piuttosto ripide, per chi soffre di vertigini fare molta attenzione!

E finalmente, dopo circa due ore e un quarto di camminata, giungiamo al Madonetto!

Ci fermiamo un po’ di tempo a goderci la vista. Molto bello e rilassante.

DSC_0039-01.jpeg

Dopo aver fatto foto, aver goduto della splendida vista e della natura circostante, decidiamo di ritornare indietro seguendo lo stesso percorso.

Il sole ci ha accompagnato per tutta la durata della gita. Infatti, siamo arrivati a casa belli rossi pomodoro!
Abbiamo avuto molta fortuna col tempo.

Passeggiata davvero stupenda con paesaggi naturali davvero da restare senza fiato.

A presto e alla prossima avventura.

Graubünden on Tour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: