Monte Ferraro da Arosio

Quest’oggi ci spostiamo nel Malcantone!

Nella settimana di vacanza che abbiamo preso a maggio, abbiamo deciso di andare una notte a dormire nella casa di montagna dei genitori del mio ragazzo.
Essendo nel Malcantone, abbiamo colto l’occasione per cercare qualche escursione in zona e abbiamo trovato il Monte Ferraro.
Così abbiamo preparato il necessario, e siamo partiti.

Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

Partenza: Arosio, Luganese, Ticino, Svizzera.

In auto🚗: Tramite autostrada A2 fino all’uscita di Lugano nord, tornare indietro con la cantonale fino a Gravesano alla rotonda seguire poi le indicazioni per Arosio/Alto Malcantone. Giunti ad Arosio paese, é possibile lasciare l’auto al posteggio davanti alle scuole.

Con i mezzi pubblici🚐: Utilizzare il Treno S10 fino alla fermata di Lamone Cadempino dopodiché dalla stazione utilizzare il Bus numero 423 in direzione di Miglieglia con fermatea Arosio, Paese.

Arrivo: Monte Ferraro, Luganese, Ticino, Svizzera.

Itinerario da seguire:
➼ Arosio 859 m ➼ La Bassa di Arosio 1’367 m ➼ Monte Ferraro 1’494 m➼ e ritorno seguendo lo stesso percorso.

Durata: 1h15 la salita. 2h20 il giro completo (pausa non comprese).

Difficoltà: T2.

Dislivello: 652m.

Lunghezza: 9.5 km.


Faceva caldo, davvero molto caldo, sembrava di essere in una di quelle giornate estive dove non tirava un filo di aria.
Partiamo da Arosio abbastanza tardi, verso le 11.30-11.45.
Per fortuna il percorso per arrivare al Monte Ferraro non era così lungo, perché le nostre pance iniziavano già a brontolare.

Il sentiero parte e segue per un bel pezzo il tratto stradale. Chi viveva in questa zona era davvero fortunato, avevano la vista direttamente sul lago!

Lungo il sentiero che abbiamo seguito noi, si incontrano due bivi, il primo é poco dopo la fine della strada asfaltata e indica il Monte Ferraro in entrambe le direzioni, noi abbiamo seguito quella più breve, che segnava 1h45, mentre la via più lunga segnava 2h10.

Giunti al secondo bivio, anche qui prendiamo la via più breve, proseguiamo a destra dove un piccolo cartello in legno indica 40 minuti, mentre se si proseguiva a sinistra il cartello indica 60 minuti al Monte Ferraro.

Il sentiero sale sempre leggermente in salita.

Superiamo i vasti boschi di faggi e betulle e dopo circa un’oretta di camminata usciamo dai boschi e camminiamo per un quarto d’ora a cielo aperto.

Ora inizia la parte di sentiero più in piedi, per fortuna é solo questa piccola parte, non mancava più tanto al Monte Ferraro.

Poco sotto il Monte Ferraro incontriamo questa mandria di mucche scozzesi che mangiavano tranquille per i fatti loro.
Decidiamo di lasciarle tranquille e di fare il giro poco più lungo per arrivare sul monte.

Giunti alla cima la vista si apre completamente sul Lago di Lugano, che meraviglia!
La prima cosa che facciamo giunti sulla cima, non é mangiare, ne fare le foto, ma cambiare subito canottiera e maglietta!
Che freddo ragazzi! Eravamo sudatissimi e il vento qui sopra soffiava davvero forte!
Così ci copriamo per bene e finalmente mangiamo il nostro pranzo!

Da qui sopra la vista era aperta a quasi tutto il lago di Lugano, se non ci fossero state le montagnette al centro, il lago si sarebbe visto per intero.

In questo enorme ammucchiata di sassi (che sono stati cementati insieme) vi erano due piccole conche, una dove all’interno c’era la Madonna, e l’altra dove all’interno vi era una piccola cassetta di metallo, che all’interno di quest’ultima vi era il diario delle dediche.

Lasciata la nostra dedica in ricordo di essere passati in questo monte stupendo, facciamo le nostre ultime fotografie e decidiamo di tornare indietro. A Miglieglia c’era un bar dove avremmo comandato una buonissima gazzosa, quindi a corsa giù ad Arosio a prendere la macchina e partire!

Torniamo indietro ad Arosio seguendo lo stesso sentiero che abbiamo percorso all’andata.

Nel cammino, incontriamo questo enorme e peloso amico della fattoria. Carinissimo!
Lo lasciamo tranquillo a ruminare e riprendiamo il cammino.

Molto breve e bellissima passeggiata, in un’oretta e un quarto abbiamo raggiunto la cima e in poco più di tre quarti d’ora siamo tornati indietro, fattibilissima anche in mezza giornata!

Lo scenario che regala questa escursione é davvero stupendo, lo consiglio assolutamente!

A presto e alla prossima escursione!

Graubünden on Tour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: