Ruinaulta, il Spir e Crestasee

Ed eccoci per una nuova escursione fuori dal Ticino, ma sempre nel mio mitico Canton Grigioni!

Quest’oggi voglio parlarvi di un’escursione alla quale mi sono praticamente intrufolata.
Tempo fa, girovagando su internet alla ricerca di nuovi luoghi da scoprire ho trovato questo Gran Canyon Svizzero che era a pochi chilometri da casa nostra, così l’ho inserito nella lista delle escursioni da fare, e un giorno al lavoro l’ho mostrato alla mia collega.

Ne é rimasta affascinata anche lei e così ha creato questo giro, e come detto sopra, mi sono intrufolata!

Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

Partenza: Stazione di Valendas-Sagnogn, Surselva, Grigioni, Svizzera.

In auto🚗: Tramite autostrada A13 in direzione di Coira e prendere l’uscita per Rothenbrunnen. Seguire fino a Bonaduz poi a Bondauz svoltare a sinistra e proseguire fino a Versam e da Versam continuare fino a Valendas. Alla stazione sono presenti dei posteggi.

Con i mezzi pubblici🚐: Bus numero 171 (con riservazione) fino a Coira stazione dei bus, andare alla stazione ferroviaria, (2 minuti a piedi) dalla stazione ferroviaria utilizzare il RE in direzione di Disentis con fermata su richiesta (quindi non dimenticatevi di schiacciare il tasto di fermata!) alla stazione di Valendas-Sagogn.

Con entrambi come abbiamo fatto noi🚗🚐: Utilizziamo l’auto fino a Reichenau, che raggiungiamo tramite autostrada A13 e con uscita a Reichenau e lasciamo la macchina in stazione a Reichenau. Da qui utilizziamo il treno RE in direzione di Disentis con fermata a Valendas-Sagogn (sempre schiacciare il bottone di fermata!).

Arrivo: Crestasee, Surselva, Grigioni, Svizzera.

Dal lago di Cresta fino a Reichenau utilizziamo il bus dalla fermata Felsbach-Crestasee a pochi metri di distanza dal lago fino alla fermata di Tamins post.

Itinerario da seguire:
➣ Valendas-Sagogn stazione 810m ➣ Aussichtspattform Crap Signina ➣ Laax 1’061m ➣ Salums 1’031m ➣ Ruinaulta ➣ il Spir 1’198m ➣ Crestasee 845m ➣ e ritorno in bus a Valendas-Sagogn stazione.

Durata: circa 5 ore e 30.

Difficoltà: T1.

Dislivello: 725m.

Lunghezza: circa 15 km.


Giunte alla stazione, scendiamo dal treno, superiamo il ponte e iniziamo questa nuova avventura.

Iniziamo a seguire i cartelli con questa strana e impronunciabile scritta “Ruinaulta” e continuiamo così.
Fino al primo bivio… panico… la scritta Ruinaulta si divide in due direzioni, dove andiamo?
Prendiamo la strada bella asfaltata, pianeggiante e ben segnata oppure prendiamo la strada che si infila nel bosco, ripida e sterrata?
Ovviamente la seconda opzione! Se no che gusto c’é al semplice sentiero?

Ora il sentiero continua sempre ben in salita, il bel percorso pianeggiante sembra un lontano ricordo.
Continuiamo, continuiamo e arriviamo in questa bellissima oasi di natura incontaminata.
Gli uccellini che cantano, il rumore dell’acqua che scorre lungo il riale, il vento che sposta le foglie. Tutto così rilassante!

Eh poi si sente un forte PLUFF!! qualcosa che cade nell’acqua.
Il cane della mia amica avventuriera si é lanciato nell’acquetta a rinfrescarsi, quanto avrei voluto farlo anche io!

Superiamo questo stupendo angolo di natura e continuiamo sul sentiero sempre ben in salita.
Finché giungiamo in questo bellissimo campo di denti di leone dove la foto é d’obbligo!

Superiamo l’ampio campo di denti di leone e ci incamminiamo seguendo sempre le indicazioni per Ruinaulta.
Intravediamo questa bellissima piattaforma panoramica e decidiamo di farci un salto.

La vista dalla piattaforma era favolosa, da qui sopra erano visibili gli ampi canyon di pietra di un colore molto chiaro e favoloso. Il contrasto con la natura é uno spettacolo! Assolutamente da non perdere!

Da questa altezza era ben visibile anche il piccolo paese di Sagogn.

Fatte le nostre foto, torniamo all’incrocio dove era presente questa piccola cappella chiamata S. Giacun e seguiamo i cartelli.

Dopo questo tratto, non ho più fatto foto, la causa é: ci siamo perse.
Alla fine siamo andate fino a Laax sempre seguendo i cartelli per questa Ruinaulta, poi abbiamo fatto un breve salto a Salums, dopodiché abbiamo seguito i cartelli per Tuora e poi finalmente siamo riuscite a trovare la strada giusta che ci ha portate alla piattaforma “Il Spir” dove siamo riuscite a fare un po’ di foto.
Fatto il nostro pranzo abbiamo poi proseguito il nostro tour seguendo le indicazioni per il Lago di Cresta.

Il cielo così bello azzurro, ora si stava annuvolando e la bella luce del sole stava diminuendo per poi scomparire del tutto.
Dopo circa un’oretta di camminata finalmente giungiamo al Crestasee, ma purtroppo, essendo molto nuvoloso, non si vedeva molto bene il riflesso degli alberi nel lago e quindi non abbiamo potuto fare le foto che desideravamo fare… vabbè, il colore dell’acqua era comunque così bello e unico, che qualche foto l’abbiamo scattata in ogni caso!

Fatte le nostre foto del lago, decidiamo che é ora di rientrare, così andiamo via dal lago e ci dirigiamo verso la fermata del bus più vicina a noi.

Esperienza davvero bellissima, questo Gran Canyon Svizzero é davvero una cosa che bisogna assolutamente vedere almeno una volta nella vita.

Ve la consiglio!

A presto con la prossima avventura!

Graubünden on Tour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: