Monte Boglia

Bentornati esploratori!

Eccoci per una nuova e splendida avventura insieme!

Quest’oggi andiamo nel Luganese, zona particolarmente bassa e calda del Ticino.

Più precisamente voglio parlarvi del Monte Boglia.

Da qui sopra si apre un ampio panorama sul Lago di Lugano, sulle Alpi e sul Monte Rosa. Una vista pazzesca fidatevi!


Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

In questa escursione sono presenti 2 colori sulla cartina:

Il rosso rappresenta il sentiero più rapido, ma un pochino più complicato e pericoloso essendo un po’ esposto agli strapiombi.

Il giallo invece rappresenta la via più lunga ma più semplice.

Partenza: Brè Sopra Lugano, Luganese, Ticino, Svizzera.

In auto: Autostrada A2 in direzione di Lugano, seguire poi per Cassarate e  poi per Brè.

Con i mezzi pubblici: In treno con la S10 fino a Lugano, da Lugano stazione parte il Bus numero 2 a destinazione di Cassarate, Monte Brè.
Possibilità di parcheggiare l’auto gratuitamente nell’ampio posteggio alla fine della strada a Brè.

Itinerario:

➳ Brè sopra Lugano 800m ➳ Sasso Rosso 1’295m ➳ Monte Boglia 1’516m ➳ Sasso Rosso 1’295m ➳ Carbonera 1’033m ➳ Brè sopra Lugano 800m.

Arrivo: Monte Boglia, Luganese, Ticino, Svizzera.

Durata: circa 2 ore la salita.
In totale calcolando anche le pause saranno 4 ore e 30.

Difficoltà: T2.

Dislivello: 750 m.


Partenza dal vasto parcheggio che si trova all’arrivo della funicolare Brè sopra Lugano, che tra l’altro é anche gratuito!

Indossiamo zaino e scarponi e partiamo seguendo questi cartelli in direzione “Alpe Bolla” e “Monte Boglia”.

Ci addentriamo nel fitto bosco di faggi e tutto il sentiero prosegue in questo modo.
In estate deve essere davvero bello passare qui sotto perché gli alberi formano come una galleria e fanno moltissima ombra, mentre in questa passeggiata di febbraio abbiamo avuto un pochino di sfortuna perché essendo senza foglie, il caldo filtrava tra i rami e rendeva il sentiero davvero afoso.

Superata la caldissima galleria di arbusti, giungiamo in questo magnifico punto panoramico.
Le foto non mancano mai!
In una giornata così bella come puoi non stare in un posto così bello!?

Continuiamo a salire e riusciamo a scorgere il lago in tutte le sue forme.

Finito il sentiero esposto sul lago, ci addentriamo nel bosco di Faggi.
Qui sotto ho inserito la foto di un Faggio immenso.
Era larghissimo e altissimo, e la cosa ancora più particolare, se notate bene, é l’albero che ha praticamente inghiottito il cartello del sentiero!

Proseguiamo ancora e giungiamo al cartello qui sotto:
vengono indicate due strade per il Monte Boglia, una dura un’ora e quaranta mentre l’altra dura un’ora e dieci.
Decidiamo di prendere la strada più breve.

Il fatto che il sentiero che abbiamo preso durava mezz’ora in meno ora era chiaro.
Il percorso si inoltrava nel bosco, sui sassi e in luoghi anche molto ripidi e pericolosi.
Per chi ha le vertigini non é proprio consigliato! Quindi meglio fare mezz’ora in più e andare sul sicuro che prendere la scorciatoia..

Anche se, da questo lato, il panorama sottostante era davvero stupendo..
Diciamo che ne é valsa la pena! 😛

Che meraviglia la natura.. non servono parole..

Superata la boscaglia, ci si apre davanti un ampio panorama sul lago.
Mancano poco meno di tre quarti d’ora alla meta.

Ed ecco che il Monte Boglia con la sua Croce compaiono.
In questa zona l’erba é tutta secca, sembra paglia.
È anche molto scivolosa!
Seguiamo il lungo serpentone che ci porta fino alla prima cima, che fa da confine tra Svizzera e Italia.

Sulla cima troviamo ad attenderci questo simpatico amico.

Raggiunta la cima, il panorama che ci si apre davanti é splendido.
La panchina, posizionata in una zona strategica, fa un figurone nella fotografia!
Fatte le nostre foto, proseguiamo per il Monte Boglia.

Qui sopra la vista era aperta a 360 gradi. Era veramente stupendo il panorama che ci circondava.
La giornata non era delle più limpide, ma le nuvole e il sole insieme formano un’accoppiata fantastica!
E regalano un mix di emozioni stupende!

Giunti alla croce, facciamo finalmente pranzo, molto meritato.
Il panino al prosciutto, dopo una lunga e faticosa salita é la cosa più buona del mondo! 😛
Fatte le nostre foto, panoramiche e autoscatti, dopo esserci riposati e rilassati sotto il sole, decidiamo che é ora di tornare indietro.

Questa é una foto panoramica a 360 gradi che sono riuscita a fare di tutto ciò che mi circondava sulla cima.
Solo cose belle escursionisti, solo cose belle si trova esplorando le nostre splendide montagne!

Concludo l’escursione sul Monte Boglia dicendo che non é necessario fare migliaia di chilometri per trovarsi in luoghi splendidi.
Basta fare mezz’ora di auto e poi massimo due ore di camminata e si arriva in posti stupendi come questo.

Passeggiata che richiede una giornata (se volete andare su con calma, ammirare tranquillamente il paesaggio e fare moltissime foto come me) oppure si può fare in un pomeriggio, però non bisogna fermarsi troppo a guardarsi intorno.
Comunque ve la consiglio assolutamente!
Vi rifarete gli occhi!

A presto con la prossima avventura.

Graubünden on Tour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: