Cima del Gaggio e Capanna Albagno

Buongiorno miei prodi esploratori!

Quest’oggi vi parlo di una passeggiata più impegnativa delle altre ma che é comunque accessibile a voi appassionati di montagna! La Cima del Gaggio con la sua Capanna Albagno!

Se vi interessa fare una bella passeggiata in montagna con una bella vista, ma anche un po’ di brivido di avventura vi consiglio assolutamente la Cima del Gaggio!


Ecco per voi la cartina con il percorso, cliccate qui.

Partenza: Mornera, Bellinzonese, Ticino, Svizzera.

In auto: Si arriva tramite strada cantonale fino a Monte Carasso, alla risalita della funivia per Mornera (segnalata da cartelli), attorno all’impianto sono presenti molti posteggi a parchimetro collettivo.

Con i mezzi pubblici: Sono presenti molti bus (numero 1 o 311) in direzione di Camorino o Locarno che fermano direttamente alla risalita della funivia per Mornera.

Itinerario:

– Mornera 1’347m – Pian di Nar – Capanna Albagno 1’903m – Gaggio 2’267m – e ritorno seguendo lo stesso percorso.

Arrivo: Gaggio, Bellinzonese, Ticino, Svizzera.

Durata: 4h in totale.

Difficoltà: T3. Molto ben segnalato.

Dislivello: 920 m.

Lunghezza: 8 km.


Da Monte Carasso, in funivia si giunge in pochi minuti a Mornera , e qui inizia il cammino.

Nulla di così faticoso, tutto molto pianeggiante e soprattutto molto ben segnalato.

Prima meta raggiunta di questa passeggiata é il Pian di Nar, come potete vedere nella foto successiva, é presente un laghetto, piccolo ma molto carino!

Noi lo abbiamo trovato tutto ghiacciato!

LRM_EXPORT_426544280803706_20190112_093407506.jpegAbbiamo fatto un paio di foto e poi abbiamo continuato.

Superiamo una piccola (per fortuna) parte di sentiero nascosta completamente dalla montagna e quindi dal sole che purtroppo é rimasta ghiacciata, e giungiamo ad un punto piuttosto panoramico che si affaccia sul Piano di Magadino.

Proseguiamo seguendo il sentiero bianco-rosso-bianco sempre molto ben segnalato, a parte in alcuni punti che é nascosto dalla neve.

Io consiglio vivamente di intraprendere questa avventura in un periodo tra giugno e settembre. Questo lo dico perché noi abbiamo avuto la brillante idea di andare a Gennaio, pensando che in quanto era una bella giornata avremmo fatto un ottimo affare, ma purtroppo, come detto già prima, alcuni punti erano ricoperti di neve completamente gelata, una pista di pattinaggio insomma, ed era piuttosto difficoltoso arrivarci.

Per questo ripeto, passeggiate del genere fatele in primavera o estate! (Lo dico per esperienza XD.)

Nella foto qui sotto, si vede il sentiero che costeggiava la montagna affacciata a nord, la vista che si presentava davanti ai nostri occhi era della Valle Mesolcina insieme alle sue montagne.

LRM_EXPORT_426265213423791_20190112_092928439.jpeg

LRM_EXPORT_426212867142559_20190112_092836092.jpeg

Qui sotto é un’immagine che adoro nel vero senso della parola, mi piacciono i colori, il paesaggio, la giornata e soprattutto il ricordo che porterò sempre con me di questa avventura!

LRM_EXPORT_264096314120638_20190105_203543787.jpeg

Proseguiamo in direzione della Capanna Albagno e riusciamo ad intravedere la Cima del Gaggio (il monte a destra) con la sua croce di ferro. Da questa distanza la croce non era ben visibile, ma fidatevi se vi dico che era immensa.

LRM_EXPORT_426172634153549_20190112_092755859.jpeg

Dopo un’ora e mezza di camminata finalmente giungiamo alla piccola e particolare Capanna Albagno.

Posizione davvero strategica! Nascosta da sud dalla montagna e soprattutto riparata dal vento!

LRM_EXPORT_426035785897339_20190112_092539011.jpeg

LRM_EXPORT_425977467820112_20190112_092440693.jpeg

Decidiamo che é ora di fermarci a mangiare, così proseguiamo fino alle cascine che si trovavano poco più avanti, all’Alpe Albagno dove é situata anche questa stalla.

LRM_EXPORT_426123736047815_20190112_092706961.jpeg

Dopo aver riempito le nostre pance affamate, decidiamo di proseguire la risalita per il Gaggio.

LRM_EXPORT_425705140392576_20190112_092008366.jpeg

Difronte a noi una vista stupenda, il sole che con i suoi raggi ci scaldava, e un venticello freddo che ci ricordava che eravamo in pieno inverno, un panorama spettacolare.

Una coperta di nuvole che sovrasta la regione del Luganese, davvero stupendo.

LRM_EXPORT_425492242541190_20190112_091635468.jpeg

Il vento qui sopra soffiava ancora con più intensità, era così difficile stare in piedi!

Ed eccola finalmente! La Cima del Gaggio!

20190105_132218.jpg

Un’altra stupenda avventura e altri splendidi ricordi ed emozioni da chiudere nel cassetto.

Utilizzate il vostro tempo libero per dedicarvi completamente a voi stessi e ai vostri piaceri!

Non dimenticatevi mai di stare bene!

La natura e andare in montagna a me regala tutto ciò: pace, gioia, serenità, allegria e felicità.

Trovate anche voi ciò che vi regala queste emozioni!

A presto! Carissimi saluti!

Graubünden on Tour.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: